Il centro

Grande inaugurazione!

Il centro Narconon Argo ha accolto amici e ospiti domenica 23 novembre 2014 per l’inaugurazione ufficiale. Il nastro è stato tagliato dopo i discorsi di benvenuto del Sindaco di Borgorose, Mariano Calisse e la Santa Benedizione della struttura fatta da Don Nazzareno. In seguito gli ospiti hanno usufruito del ricco rinfresco preparato per l’occasione.

Centro Narconon Argo

 

IMG_4919

Il programma Narconon

aq_block_1-image

Riabilitarsi in modo naturale

Il programma Narconon non è un sistema medico per la riabilitazione dalla droga e dallʼalcol e non si basa sul concetto che la dipendenza da una certa sostanza sia una malattia. Piuttosto, riconosce che la dipendenza comporta un processo biochimico in cui il corpo è stato avvelenato e debilitato dall’uso di sostanze estranee. La dipendenza, dal punto di vista del metodo Narconon, non è vista come una malattia da trattare con droghe sostitutive o farmaci (come ad esempio altri centri fanno con il Metadone).
Alcuni autori scientifici hanno espresso preoccupazione per l’attuale tendenza a ricorrere a farmaci per affrontare i problemi della vita quotidiana o disturbi che potrebbero essere gestiti attraverso approcci diversi.
La maggior parte dei tossicodipendenti ha fatto scelte di vita negative, durante la loro dipendenza. Questo percorso spesso è iniziato con delle difficoltà o incapacità di affrontare adeguatamente situazioni particolari della loro vita. L’abuso di sostanze è diventato, in molti casi, una “soluzione” ingannevole per queste difficoltà.
Il programma Narconon non solo affronta l’obiettivo immediato di smettere con il consumo di droga o alcol, ma fornisce anche i mezzi per aiutare a sviluppare le risorse personali che migliorano la capacità della persona di partecipare alla vita di famiglia e della società.
Un ulteriore punto importante è l’approccio educativo e umanitario del programma Narconon. Questo comprende il fatto che i partecipanti al Programma, indipendentemente dalla gravità dei loro problemi di abuso e dalle possibili conseguenze personali e legali, saranno in grado di riformulare e di accettare la responsabilità individuale per il loro comportamento personale.

Metodologia riabilitativa

aq_block_1-image

Il programma Narconon affronta il problema dell’abuso di sostanze e della dipendenza con l’applicazione di concetti
espliciti e di procedure definite.
Come passo preliminare al processo di riabilitazione, i partecipanti al programma si disintossicano grazie all’assistenza personale fornita dal nostro staff, l'esercizio fisico, periodi in sauna e un supplemento alimentare di vitamine e minerali, prescritti dal medico.
Questo è seguito da una serie di corsi intensivi che offrono una formazione di vita e professionale per aiutare i
partecipanti a formulare o a riscoprire un sistema costruttivo e personale dei valori e delle strategie per mantenere uno stile di vita libero dalla droga.
Coerentemente con il suo orientamento educativo, il programma è strutturato in fasi o moduli, chiamati anche corsi. Ogni modulo viene fornito in base a un formato definito nei manuali di programma Narconon.
I progressi individuali su ogni modulo e le competenze acquisite sono completamente documentate e vengono stabilite procedure di controllo della qualità per garantire che l'assistenza sia erogata secondo gli standard definiti nei manuali.
Una volta completato il programma, il soggetto ritorna alla propria famiglia e al proprio lavoro.
A questo punto il programma Narconon continua a fornire servizi post-trattamento con l'aiuto di operatori che
mantengono la comunicazione con la persona per monitorare l'attuazione di un piano di rientro individuale che lui o lei ha preparato prima della fine del programma Narconon.
Il centro fornisce supporto e aiuta ad assicurare che il piano di rientro venga effettivamente svolto e che la persona applichi le conoscenze e le abilità apprese per rimanere sobrio.

Le componenti del programma Narconon

aq_block_2-image

Nota importante: è regola che tutte le persone ammesse al programma Narconon vengano sottoposte preventivamente a una visita medica. Gli esami comprendono un’anamnesi completa, una storia della propria tossicodipendenza ed esami medici specifici.

In genere, le nuove persone ammesse al programma arrivano al centro sotto l’effetto di droghe o avendole utilizzate recentemente.
L'astinenza è un processo che sopraggiunge quando una persona interrompe l’uso di droghe e/o alcol.
All'interno dei centri Narconon questa fase viene assistita per 24 ore su 24 da operatori addestrati senza la somministrazione di farmaci sostitutivi. Il personale utilizza tecniche che aiutano a ridurre i sintomi e a diminuire al minimo i disagi di questa fase.
Una volta che la persona non ha più i sintomi fisici di astinenza, inizia la prima fase del programma Narconon

Fu L. Ron Hubbard che ebbe un interesse precoce sugli effetti delle sostanze tossiche ambientali, quali prodotti chimici industriali, pesticidi, additivi e conservanti per alimenti e radiazioni, fin dal 1947. Vide parallelismi tra gli effetti tossici di molte di queste sostanze e gli effetti di alcuni farmaci utilizzati in medicina, in particolare quelli d'abuso.
Così nel 1978, L. Ron Hubbard sviluppò il Programma di Disintossicazione per una Vita Nuova, il quale comprende esercizio fisico, periodi in una sauna e supplementi alimentari con vitamine e minerali, come mezzo per sbloccare e accelerare l'eliminazione delle sostanze chimiche tossiche, tra cui farmaci e il loro metaboliti, nelle cellule del corpo. Sentiva che questo avrebbe aiutato a guadagnare stabilità mentale e miglioramento spirituale.
In materia di sostanze d'abuso, è noto che le particelle tossiche possono essere conservati per lunghi periodi di tempo in alcuni tessuti corporei solitamente nei tessuti ad alto contenuto di grassi, quali il cervello e il tessuto adiposo, dove possono rimanere per un lungo periodo di tempo.
L'archiviazione fisica prolungata di sostanze comunemente abusate è stata documentata già nel 1957 con l’LSD, nel 1988 per la cocaina e nel 1977 per le anfetamine. Il PCP (fenciclidina), è stato dimostrato persistere in grassi e tessuti del cervello il che comporta, per alcuni, effetti comportamentali di lunga durata.
Il THC (tetraidrocannabinolo), il principio attivo della marijuana, è stato rilevato nel tessuto adiposo fino a quattro settimane dopo l'ultima assunzione. Tecniche di misurazione sensibili hanno rilevato THC nel sangue e nelle urine fino a due mesi dopo l'uso, un fatto che suggerisce fortemente che qui la presenza di THC sia dovuta alla sua fuoriuscita dai tessuti grassi che lo tenevano imprigionato.
La sauna, con le sue profonde radici culturali, è un elemento fondamentale del programma Narconon. La sauna è tradizionalmente considerata da molte società come fonte di energia, salute e purificazione. È popolare in paesi come la Finlandia, dove svolge un importante ruolo sociale.
È comune anche in Russia e in Turchia. La sauna ha avuto un ruolo importante nelle funzioni cerimoniali e taumaturgiche di molti gruppi aborigeni del continente americano. Il metodo Hubbard utilizzato nel programma Narconon usa la sauna finlandese che sembra essere ben tollerata e sicura per la maggior parte della gente.
I tossicodipendenti spesso mostrano deficit nutrizionali e questo programma può incontrare alcuni dei loro bisogni con il regime nutrizionale e gli integratori vitaminici e minerali.
Il Programma di Disintossicazione per una Vita Nuova è utilizzato nell'ambito del programma Narconon da più di 50 anni, con benefici evidenti nei partecipanti.
Tutti gli ospiti del centro vengono sottoposti preventivamente ad esami medici indicati dal medico di fiducia del centro.

I tossicodipendenti tendono a vivere nel passato, ad ignorare la realtà del presente e a non fare piani realistici per il futuro.

Queste difficoltà vengono affrontate attraverso una serie di esercizi volti a migliorare la capacità dell'individuo di concentrarsi su degli obiettivi ed essere persistente così da raggiungerli.
La prima parte consiste in un ampliamento degli esercizi di abilità di comunicazione. Questo assicura che la persona comprenda pienamente come effettuare un ciclo completo di comunicazione e come migliorare la propria capacità di affrontare situazioni difficili.
Attraverso esercizi di comunicazione, gli ospiti del centro imparano a usare la comunicazione interpersonale per aiutare e consigliare gli altri. Una volta compiuto questo, si assumono la responsabilità di un' altra persona e la guidano attraverso questo stesso corso. Il principio di assumersi la responsabilità dell'altro è considerato come un elemento importante per il recupero.
Gli esercizi oggettivi sono destinati a orientare l'individuo al suo ambiente attuale, cioè i suoi dintorni "oggettivi" in contrapposizione ai suoi pensieri "soggettivi". Scopo di questa fase è quello di rimuovere l'attenzione della persona dal passato e aumentare la sua consapevolezza dell’ambiente del tempo presente, migliorando attenzione e concentrazione.

Il Corso di Alti e Bassi nella Vita invita l'ospite del centro ad esaminare gli aspetti del comportamento degli individui nel loro ambiente sociale.

Attraverso una serie di esercizi, la persona viene aiutata ad identificare gli elementi condivisi da individui che si impegnano in un comportamento sociale, piuttosto che antisociale. Attraverso questo processo, la persona diventa consapevole delle strategie, spesso ingannevoli e furbesche, di quelli che incoraggiano stili di vita antisociali.
L'ospite del centro esamina il proprio comportamento passato e lo posiziona in caselle sociali o antisociali; impara a identificare i tratti che hanno sostenuto il comportamento sociale, come l'onestà o la sobrietà e, di contrasto, quelli che portano al consumo di droga o allo spaccio, eccetera.
In seguito, la persona diventerà maggiormente in grado di contrastare quegli individui intorno a lei che mostrano comportamenti antisociali imparando come queste persone possono avere un impatto sul suo comportamento.
La persona viene aiutata a considerare le conseguenze delle sue azioni e il suo comportamento nel proprio ambiente sociale.
Ad esempio, essa viene invitato ad esaminare come l'individuo adotta lo stile di vita del tossicodipendente; come adotta anche gli atteggiamenti negativi verso le persone care, come la famiglia e gli amici che accettano valori convenzionali e le figure di autorità.
Il tossicodipendente tende ad associarsi e identificarsi con persone antisociali che hanno adottato stili di vita distruttivi.

La capacità di distinguere tra chi è e chi non è un vero amico è molto importante, soprattutto una volta che lo studente ritorna al suo ambiente familiare o di lavoro.
La capacità d’ identificare correttamente individui o gruppi antisociali è considerata un fattore importante nel recupero stabile del tossicodipendente.
Il titolo del corso, "Alti e Bassi nella Vita", si riferisce al fatto che frequentare gente sociale fa bene, mentre, al contrario, gli antisociali trascinano le persone verso il basso, verso le droghe e la disonestà.
Quindi questo corso è stato progettato per ridurre i "bassi" e facilitare il recupero in modo che si rimanga stabilmente in "alto".

Il corso affronta il fatto che la mancanza di rispetto delle norme etiche tradizionali e le ripetute trasgressioni sono comuni tra i tossicodipendenti.

Le persone dipendenti da alcol e droghe tendono a commettere ulteriori trasgressioni per sostenere o per nascondere il loro uso di droga. Questo comportamento diventa spesso radicato nella persona che può cercare di giustificare tali azioni con argomenti contorti e autodistruttivi.

Gli esercizi nel corso dei valori personali aiutano la persona a formulare una serie di valori etici per se stessa, coprendo tutti gli aspetti della propria vita, in modo che questo modello etico possa poi essere seguito anche dopo la fine del programma.

Il corso fornisce un quadro concettuale, nonché esercitazioni pratiche per imparare le abilità che contribuiranno a migliorare le condizioni di vita di un individuo in funzione di tutti gli ambiti della propria vita.
In questo modo la persona che sta per terminare il programma ha degli strumenti in più per avere successo nella sua vita al di fuori della comunità ed evitare di ricadere nell'uso di sostanze.

Il Fondatore

 

L. RON HUBBARD

lrh-per-sito-argo-Già nel 1949, facendo ricerche sulla droga, L. Ron Hubbard scoprì che contrariamente a ciò che sostenevano medici e psicologi di allora, le droghe non erano di alcun aiuto al benessere di una persona, ma che al contrario ponevano dei limiti. Allarmato per l’aumento dell’uso di droghe negli anni ’60 del secolo scorso, passò un decennio in ricerche ed esperimenti per trovare il modo di aiutare le persone a liberarsi dai dannosi effetti delle droghe.

L. Ron Hubbard scrisse: “Mi piace aiutare gli altri e vedere una persona liberarsi dalle ombre che offuscano i suoi giorni è uno dei più grandi piaceri della mia vita”.

Egli credeva nella bontà fondamentale dell’uomo ed era convinto che la maggior parte delle persone che sono cadute nell’abuso di droghe e nella spirale del crimine, una volta istruite con gli strumenti e le abilità necessarie a una vita onesta e libera dalla droga, si dedicheranno energicamente alla propria realizzazione.
Molte persone in tutto il mondo considerano L. Ron Hubbard il loro migliore amico.

'